26 agosto 2013

UK: CHAMERION ANGUSTIFOLIUM - ROSEBAY WILLOWHERB - 2ª parte


NOMI








Regno: Plantae (Piante)
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Rosidae
Ordine: Myrtales
Famiglia: Onagraceae
Genere: Chamerion
Specie: Chamerion angustifolium





Seconda parte dell'articolo dedicato al Chamerion angustifolium.
Ho fatto la conoscenza con questa bellissima selvatica, che viene considerata spesso una semplice erbaccia, anni fa durante il mio primo viaggio in Inghilterra e Galles: durante i miei spostamenti, lungo le strade e le scarpate ferroviarie, notavo il numero davvero elevatissimo di fiori purpurei che ornavano questi luoghi solitamente colonizzati da erbe o erbacce verdi, o con infiorescenze comunque non appariscenti. Rimasto colpito dalla bellezza quasi esotica di questa pianta comunissima, ho cominciato da allora a cercarla, studiarla e fotografarla, riuscendo anche ad ottenerne i semi. Eccovi una sua presentazione, divisa in più parti a causa della lunghezza.

Essendo una pianta così diffusa, ed essendo negli anni stato incluso in generi diversi, il C. angustifolium è conosciuto con numerosi nomi, a volte anche causando equivoci perché vengono usati termini che possono essere riferiti a generi e specie diversi. In inglese il suo nome "ufficiale" è Rosebay Willowherb: willow herb significa erba salice, a causa delle sue strette foglie che assomigliano appunto a quelle di salice, ed è un appellativo presente nel nome di diverse piante simili. È però conosciuto anche come Great Willowherb, specie nel Nord America, nome questo che può generare confusione in quanto è condiviso da un'altra pianta simile, l'Epilobium hirsutum.

Elenco, per curiosità e per testimoniare quanto sia diffusa, alcuni altri nomi con cui questa pianta è conosciuta nelle varie zone del Regno Unito, precisando che il significato di molti appellativi (che possono apparire spesso strani) si è perso nel tempo. Molti nomi di questa lista (tratti dal libro The Englishman's Flora di Geoffrey Grigson) mi sono stati gentilmente forniti dal Dottor Peter Llewellyn di UK Wildflowers, che ringrazio pubblicamente per la sua disponibilità. Iniziamo con due epiteti importanti il cui significato verrà spiegato in un paragrafo apposito, Fireweed (erbaccia del fuoco, nome comune anche nel Nord America) e Bombweed (erbaccia delle bombe, nome tipico usato in Gran Bretagna); poi abbiamo French Willowherb (erba salice francese) o solo French Willow; Blooming Sally (Sally che fiorisce: in questo caso Sally non è un nome di ragazza ma una storpiatura del latino salix, cioè salice); Apple Pie (torta di mele); Bloodvine (vitigno di sangue, a causa delle colorazioni rossastre di bacche e steli); Cat's Eyes (occhi di gatto); Eyebright (occhio brillante); Flowering Withy (vimine fiorito, a causa dello stelo lungo, sottile e dritto come quello dei vimini); French Saugh (salice francese: in questo caso saugh è una parola di antica origine tipica di Scozia e Nord Inghilterra); Ranting Willow (salice giocondo: ranting è un termine di difficile traduzione in italiano, che indica esaltazione o gioia espressa in modo rude e selvatico); Tame Withy (vimine domestico, oppure addomesticato).

In italiano lo troviamo come Camenerio (dal nome latino errato), Epilobio (dal precedente genere d'appartenenza), Fiore di Sant'Anna (santa commemorata il 26 luglio, quindi nel periodo della fioritura del C. angustifolium), Erba di Sant'Antonio, Garofanino Maggiore, Garofanino dei Boschi (nome equivoco: il Garofano dei Boschi è in realtà il Dianthus monspessulanus) o Garofanino di Montagna (altro nome fuorviante in quanto si riferisce all'Epilobium montanum).

[Grazie per le informazioni sull'Isola di Man a: / Thanks for information about the Isle of Man to: Wild Flowers of the Isle of Man and Andree Dubbeldam (Manx Wildlife Trust).]