6 ottobre 2013

ITALIA - FRIULI-VENEZIA GIULIA - TARVISIO: SILENE ALBA


CLASSIFICAZIONE
Regno: Plantae (Piante)
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Caryophyllidae
Ordine: Caryophyllales
Famiglia: Caryophyllaceae
Genere: Silene
Specie: Silene alba

Passeggiando in ottobre per i sentieri intorno a Tarvisio, dove ho trovato gli strani funghi arancioni, ho rinvenuto anche tanti esemplari della panciuta Silene alba. Ho già scritto un post su di un fiore dello stesso genere, la Silene dioica: le informazioni generali riguardo a origine, vegetazione e nomenclatura le trovate lì, quindi non mi ripeterò. La differenza principale risiede nel colore bianco, da cui il nome specifico (alba) di questa pianta. Come nella S. dioica, i fiori di una stessa pianta di S. alba sono tutti o maschili, o femminili: comunque la percentuale di popolazione femminile è più alta di quella maschile. Il suo nome comune è Silene Bianca, con un seguito di vari nomi peculiari originari dei vari territori italiani. Ha anche diversi sinonimi scientifici, a causa di vari aggiornamenti nella sua classificazione.


Ad ogni modo la S. alba non è particolarmente tipica di Tarvisio. Anzi, è molto diffusa praticamente in tutta Italia, ed a diverse altitudini. Infatti la si trova dagli 0 ai 1300 m circa, indice di adattamento a condizioni climatiche e di terreno molto diverse. Pianta erbacea biennale o anche perenne (con breve ciclo vitale), cresce un po' dappertutto, dai campi incolti alle città. Io stesso ne ho trovate colonie vicino ad una discarica ed ai bordi di un marciapiede confinante con un terreno abbandonato. Questa sua caratteristica la pone ai confini con la categoria delle erbacce, ed in effetti in certe condizioni può divenire infestante: come ho scoperto accadere, ad esempio, in alcune regioni degli Stati Uniti, dove è un problema agricolo molto serio.


Come curiosità posso aggiungere che nel mondo anglosassone la S. alba è chiamata White Campion (rimando sempre allo stesso articolo sulla S. dioica per l'origine del nome Campion), mentre negli USA è conosciuta anche come White Cockle [Vongola Bianca]. In Gran Bretagna una leggenda dice che raccoglierne una causerebbe la morte della propria madre.