4 novembre 2013

VALDAGNO: FESTA D'AUTUNNO 2013 - 5° giorno (3 novembre)

Valdagno, concerto V Factor 2013: The High Voltage.

In tutte le cose, specie quelle belle, arriva il momento della fine: non è sempre una cosa negativa, anzi, in molti casi si tratta di un passaggio necessario affinché quelle cose poi rinascano e si ripetano in futuro. Come tutti speriamo di questa Festa d'Autunno 2013, un evento di successo che ha superato ogni aspettativa sia come pubblico presente, che come condivisione e seguito in rete.

Per me e Giovy Malfiori (staff della comunicazione) è arrivato il momento dei ringraziamenti e dei saluti. Per l'Associazione ProValdagno, che ci ha scelto per questa collaborazione e ci ha accolto in modo fantastico. Per tutti i volontari e le volontarie della Festa, con la loro disponibilità e simpatia. Per tutte le persone che abbiamo conosciuto, in special modo il gruppo bavarese da Prien am Chiemsee che ci ha riservato una cordialità fuori dal comune. Per l'Albergo Alpestre di Castelvecchio (frazione montana di Valdagno), in cui abbiamo alloggiato, e che grazie alla cortesia dei proprietari è diventato la nostra sala stampa per tutta la durata dell'evento. Per tutti quelli che magari ho dimenticato: vi chiedo scusa ma non preoccupatevi, vi penso tutti. E naturalmente un ringraziamento speciale a Valdagno ed al suo territorio: un luogo davvero ricchissimo di stimoli e spunti sotto ogni punto di vista.

Valdagno, concerto V Factor 2013: The High Voltage.

Ma ora bando alle ciance perché c'è da raccontare l'ultima giornata della Festa d'Autunno. Anche oggi la gente è accorsa numerosa, sia per un semplice giro domenicale, sia per approfittare degli stand gastronomici che ormai stanno esaurendo le loro scorte di delizie. Ma l'attenzione è puntata su di un evento sperimentale molto interessante: il concorso denominato V Factor. In questo concerto, proposto per la prima volta, quattro giovanissime band valdagnesi si sono sfidate in un gara musicale con in palio una serata come gruppo protagonista nella prossima edizione della Festa. I voti di questa gara sono raccolti in due modi: con la valutazione di una giuria presente, e tramite un sondaggio online che proseguirà per i prossimi giorni e che trovate qui. L'atmosfera è davvero elettrica ed i ragazzi non vedono l'ora di scatenarsi nell'ora di esibizione concessa ad ogni gruppo sul palco.

Valdagno, concerto V Factor 2013: The High Voltage.
The High Voltage

Aprono le ostilità The High Voltage, che propongono classici dell'hard rock e dell'heavy metal. I componenti sono giovanissimi e si sente: ci sono imprecisioni e diverse cose da aggiustare (tipo il cantato), ma l'energia che sprigionano è davvero trascinante. Anche la scelta della scaletta dimostra una buonissima cultura del rock presente e passato: Black Sabbath, Iron Maiden, Nirvana, AC/DC. Non si sono tirati indietro nel proporre anche brani impegnativi, e non hanno avuto paura nel mostrare qualche pecca dovuta alla mancanza d'esperienza. La cosa che mi ha impressionato è l'atmosfera old style che emanano, da garage-metal band degli anni '80. Gran finale con Rock And Roll dei Led Zeppelin: bravi, bravi, bravi.

Valdagno, concerto V Factor 2013: Greencore.
Greencore

A seguire arrivano i Greencore. Sempre musica durissima, questa volta dal versante più moderno: System Of A Down, Rage Against The Machine, Red Hot Chili Peppers. Insomma metal-crossover e industrial, ci siamo capiti. Questo quartetto dimostra una buonissima tecnica ed hanno già una buona esperienza: si vede da come si muovono sul palco e si sente da come suonano. Anche loro molto bravi, sicuramente hanno interpretato al meglio il loro repertorio, come musicisti e come entertainer dei loro giovanissimi fans.

Valdagno, concerto V Factor 2013: Blues Cheese.
Blues Cheese

Terzo gruppo in scaletta i Blues Cheese. Arriva un genere più soft, che dà riposo alle nostre orecchie fortemente provate dalle due esibizioni precedenti (solo per il volume, non certo per la qualità). Questo quintetto, come suggerisce il nome, propongono brani di genere blues e correlati: quindi anche classicissimi rock e rock 'n' roll del passato e del presente. Chi pensa di annoiarsi con questi musicisti si sbaglia di brutto. La loro attitudine sul palco, specialmente quella del cantante, sembra quasi hard rock: grande movimento, salti sul palco e tanta energia. In più sanno davvero suonare bene e dimostrano un grande affiatamento sul palco Sono stato molto impressionato dalla loro esibizione e da come hanno interpretato canzoni ed arrangiamenti, complimenti davvero meritatissimi.

Valdagno, concerto V Factor: Four Fighters.
Four Fighters

Chiudono l'esibizione i Four Fighters, gruppo che propone cover dei Foo Fighters di Dave Grohl. Questo quartetto è formato da componenti dei Greencore e dei Blues Cheese, con l'aggiunta di un bassista. Anche loro sono molto bravi nell'interpretare ed eseguire le loro canzoni (del resto avevo visto la loro abilità negli spettacoli precedenti). Avrei forse preferito un gruppo totalmente nuovo e non all-star, ma come ripeto questa manifestazione è una novità sperimentale e quindi va più che bene così. Sicuramente anche con loro non c'è nessun modo di sbadigliare: l'energia tirata fuori è tanta e la tecnica è davvero buonissima.

Il giudizio è davvero positivo, personalmente mi sono divertito moltissimo: anche il pubblico deve averla pensata così, visto che è accorso numeroso. Spero veramente che non rimanga un'iniziativa isolata ma che venga ripetuta ed allargata ad un maggior numero di gruppi, anche perché ha il lodevole scopo di valorizzare il mondo musicale locale. Votare il migliore è difficilissimo, fortunatamente causa il mio incarico qui sono neutrale, quindi faccio i migliori complimenti ed auguri a tutti indistintamente.

Concluso V Factor, la Festa d'Autunno si avvia alla sua conclusione. Anche io ripongo la mia attrezzatura e mi avvio all'uscita: anche per me è tempo di andare. Con la grande voglia e speranza di tornare il prossimo anno!